L’edificio in stile neoclassico è stato costruito intorno al 1911. Nel 1995 infatti, durante i restauri di alcuni ambienti è stato ritrovato un giornale dell’epoca. L’edificio era inizialmente utilizzato come residenza estiva di un ricco produttore di scarpe della zona. Nel 1936 venne acquistato da un facoltoso credente che ne realizzò la chiesa con annessa torre. Il complesso fu così adibito a monastero e scuola materna. Nel 1995 fu acquistato dall’associazione Italo-Norvegese che ne fece un centro di studi. Tra il 2002-03 l’associazione Italo-Norvegese si è fatta carico della ristrutturazione della facciata. Fondato nell’ex convento delle suore di San Giuseppe, il centro studi Italo-Norvegese, rappresenta il punto di riferimento per lo scambio culturale tra Italia e Norvegia. Vengono promosse iniziative e attività culturali in sinergia, che hanno come obiettivi la conoscenza, la promozione e la diffusione delle culture tra i due paesi.